skin adv

#futsalmercato, il depauperamento: S.O.S. Serie A, ci stanno saccheggiando!

 19/06/2019 Letto 2879 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    VARIE





Regular season coinvolgente e visibile a tutti. Coppa Divisione sorprendente. Final Eight in campo neutro palpitante sul rettangolo di gioco e appassionante sugli spalti, con migliaia e migliaia di tifosi, e altrettanti spettatori su Sky. Playoff elettrizzanti, Finals (di nuovo su Sky) emozionanti. La Serie A si conferma uno dei campionati più seguiti e importanti d'Europa. Eppure ci stanno saccheggiando.
 
L'ALLARME La Spagna ha deciso di fare razzia di top player sul suo italico. Diego Mancuso lascia l'Italservice Pesaro con lo scudetto al petto, non disputerà nemmeno la Champions perché si accasa con l'Osasuna Magna, l'ex Xota, solo un tempo blasonata. Un campione del mondo in meno nella 37esima edizione del massimo campionato nostrano: Leandro Cuzzolino. Che saluta il Belpaese, nel quale è stato protagonista per oltre un decennio, per volgere lo sguardo a Levante, un "equipo" che ha terminato la Liga all'ottavo posto. Le gesta bestiali di un pivot unico nel suo genere si potranno vedere solo in streaming. Già, Lukaian è promesso sposo del Jimbee Cartagena, reduce da una stagione senza playoff, confinato al decimo posto della regular season spagnola. Se tre indizi fanno una prova, quattro rappresentano una certezza dell'allarme lanciato in questo scorcio di futsalmercato, senza considerare Tuli e Josiko al Peniscola di Juanlu. Cainan de Matos, vice capocannoniere di regular season, va via dal Came Dosson per un'offerta giudicata irrinunciabile da parte del Viña Albali Valdepeñas, che ha rischiato di retrocedere in Segunda prima di salvarsi per il rotto della cuffia. Adiòs Tino Pérez, l'unico ad accasarsi in un top team, il più top di tutti: l'Inter Movistar. Solo il Real Rieti in questo momento, con l'arrivo del Wenger del futsal Duda (17 anni alla guida de ElPozo Murcia) e, forse, Marinovic, sembra rispondere a quei tre punti, tre linee, tre punti che in codice morse vogliono dire: s.o.s. Va bene credere nel prodotto nostrano, benvengano i talentini, ma abbiamo bisogno di top per restare al top. Altrimenti il depauperiamento dilagante finirà per danneggiarci irreparabilmente.
 
Pietro Santercole




Pubblicità