skin adv

#futsalmercato, da Molitierno a Jesulito (e non solo): "tesoretto" Napoli

 27/06/2019 Letto 1375 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    NAPOLI




La corsa a quella poltrona presidenziale che Ciro Veneruso sembra sempre più intenzionato a lasciare per motivi personali, familiari e anche di impianto, tiene banco. L'interesse di Pappalardo c'era, ma non pare essersi concretizzato. Gli addii social di Duarte e De Luca, il desiderio di cambiare aria di Molitierno potrebbero essere tradotti come una smobilitazione. Oltre le apparenze, però, c'è dell'altro. E non sono particolari di poco conto.
 
LA SITUAZIONE Il Lollo Caffè Napoli ha un tesoretto che potrebbe valere una tranquilla iscrizione alla prossima Serie A, garantita. Sponsor, beni di proprietà (pullman oneroso, panchine, come esempi), contratti importanti in essere con i giocatori: da Molitierno a Jesulito, passando per Felipe Mancha e quella nutrita schiera di talentini, oggetto del desiderio di molti club. Non è detto che i Molitierno gli Jesulito e i Felipe Mancha rimangono, sia chiaro. Ma se dovessero partire, il club azzurro farebbe senza ombra dubbio cassa, superando agevolmente l'ostacolo iscrizione. E poi, David Marìn ha detto no ad A&S e Rieti, pur di restare. Ercolessi, inoltre, ha un accordo di massima con gli azzurri. Insomma, a prescindere da chi sarà il nuovo presidente del Napoli e al netto dei futuri sviluppi di un futsalmercato tutto da seguire, quel tesoretto rappresenterebbe una garanzia che infonde fiducia e ottimismo, da opporre quantomeno ai foschi presagi.
 
IL POST Intanto Molitierno esce allo scoperto, manifestando la sua voglia di andare via, passando per il Napoli naturalmente. "Grazie al Napoli calcio a 5 per la fiducia riposta in me nel difendere questa maglia - si legge - è stata una stagione che mi ha fatto crescere molto sia al livello professionale che di maturità e questo grazie anche ad un gruppo di giocatori straordinari che nei momenti difficile si è sempre preso per mano rialzandosi più forte di prima. Oggi le nostre strade si separano ma non mi scorderò mai tutte quelle persone che mi sono state vicino e mi hanno fatto sentire a casa”.

Pietro Santercole



COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità