skin adv

Real E Non Solo, in D con giocatori sordi. Il rapper Brazzo: "Lo sport unisce"

 19/09/2019 Letto 364 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





La squadra di giocatori sordi Real E Non Solo per la prima volta nella sua storia parteciperà al campionato FIGC di calcio a 5 in Serie D, ed è proprio per il Real che il rapper sordo Brazzo torna con un nuovo inno, da lui scritto e interpretato, in uscita oggi il 19 settembre. È una storia di lotta ai pregiudizi ma soprattutto di volontà di integrazione quella che accomuna il Real E Non Solo e il rapper. Da una parte la squadra di calcio a 5 famosa in Italia e all’estero: 14 titoli vinti nella FSSI (Federazione Sport Sordi Italia), 1 Champions U21 vinta nel DCL (Deaf Champions League) e 4 Coppe del Re vinte nel circuito FIGC. Dall’altra parte Brazzo, sordo dalla nascita e unico rapper sordo attualmente attivo in Italia, che dal 2016 ha iniziato la sua carriera musicale e ha ora spalle 6 brani, con relativi video musicali e interamente autoprodotti, in cui canta e segna per una accessibilità e un’integrazione totali, reperibili sul suo canale YouTube e su tutte le piattaforme di streaming musicale.La loro collaborazione è iniziata nel 2019 e con queste premesse è stata quasi inevitabile: entrambi, su campi diversi, lottano contro la discriminazione.

BRAZZO - Il Real E Non Solo per la stagione sportiva 2019-2020 è pronto ad affrontare una nuova sfida: debutterà nel campionato FIGC di calcio a 5. A guidarla l’allenatore sordo Carlo Alberto De Marco, nominato nel 2019 miglior allenatore d’Europa di Club nel DCL Men’s Futsal Competition.Per loro Brazzo ha scritto e interpretato un inno dai toni forti e decisi senza però fare mai riferimento alla sordità che caratterizza e accomuna tutti i giocatori, questo per sottolineare che, sul campo, non esistono differenze.Da sempre impegnato nella difesa e nella tutela dei diritti della comunità Sorda, il rapper ha deciso di prestare la sua voce e i suoi segni al progetto perché: “nella storia e nelle conquiste del Real vedo la stessa forza e la stessa grinta che metto io nelle mie battaglie” afferma. “Lo sport - continua il rapper - è il primo luogo in cui una vera integrazione è possibile: sul campo non ci sono differenze, solo grinta e fame di vittoria. E come loro anch’io ho fame di vittoria, una vittoria che non sia solo mia ma di tutti noi: una società più accessibile, il riconoscimento della LIS e l’abbattimento di quei muri che ci tengono distanti”. Insieme al brano anche il video musicale in cui il rapper, su un campo di calcio a 5, interpreta l’inno in italiano e in LIS (Lingua dei Segni Italiana), con sottotitoli in italiano e in inglese sia per garantire una totale accessibilità sia perché la squadra è famosa anche a livello internazionale. Ad accompagnare le sue parole e i suoi segni le più belle e significative azioni calcistiche del Real E Non solo.


Ufficio Stampa Real E Non Solo




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità