skin adv

Virtus Sora, prima gioia interna per D'Ambrosio&soci: Arpino battuto 6-2

 12/01/2020 Letto 400 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VIRTUS SORA





Grazie alla forza dell’anticiclone africano, un sole radioso continua a baciare gli impianti del T. C. SORA, impreziosendo così il primo successo casalingo della Virtus Sora in questa stagione. Dunque primi tre punti tra le mura amiche e primo acuto ad inaugurare il nuovo corso tecnico, targato mister Fabio Nuzzo. I bianconeri si impongono per 6-2 contro il fanalino di coda Arpino, ma la strada da percorrere è davvero lunghissima ed irta di insidie. Esami probanti, già a partire dalla prossima settimana, attendono D’Ambrosio e soci, che nel frattempo approfittano per godersi questa piccola boccata d’ossigeno, sia a livello morale sia sotto l’aspetto della classifica. Buona prestazione da parte di tutti gli effettivi, con una maggiore intensità fisica rispetto alle ultime sortite e più ordine nella impostazione delle trame di gioco. Incoraggiante anche la propensione al sacrificio, ma siamo ancora all’alba di un nuovo cammino quindi, per veder maturare i frutti del lavoro occorrerà attendere molto tempo.

PRIMO TEMPO - Di aprire le danze al 9° si incarica Renato Hebeja, già autore di diversi tentativi ad inizio gara. Il #15 bianconero, dopo un’incursione centrale, lascia partire un tiro secco dalla tre quarti di campo che si insacca alla destra del portiere ospite. La Virtus continua a premere e dopo una manciata di minuti passa di nuovo. Questa volta a realizzare è Fabio Pagliaroli, che converge da destra verso il centro per poi incrociare repentinamente sul palo opposto. Al 20° il tabellone recita 2-0, ma i padroni di casa non hanno nessuna intenzione di allentare la presa. A provarci sono prima Vinci, a tu per tu con il portiere, e poi lo stesso Pagliaroli, ma il parziale resta invariato fino al 25°, quando lo stesso #10 bianconero decide di mettere a referto la sua personale doppietta: un bolide scagliato dalla tre quarti si infila sotto la traversa e lascia impietrito il portiere avversario per il 3-0 Virtus. Prima dell’intervallo gli ospiti approfittano per accorciare. Dagli sviluppi di una punizione battuta dal limite dell’area è Simone Scappaticci a trafiggere Baldesarra dopo una ribattuta.

SECONDO TEMPO - Alla richiesta di mister Nuzzo di chiudere la gara nel minor tempo possibile, risponde immediatamente Emanuele Marcelli che, dopo il primo giro di orologio dal fischio d’inizio, inventa una rete capolavoro spedendo il pallone sotto il montante superiore e lasciando gli ospiti a distanza di sicurezza. La Virtus a questo punto gioca sul velluto con più di qualche occasione sventata dalle parate dell’estremo difensore arpinate e qualche colpo di accademia, subito redarguito dal tecnico. Al 40° I padroni di casa calano il pokerissimo: pregevole assist di Vinci a tagliare il campo per l’accorrente Gemmiti e destro a giro del capitano sul secondo palo per il 5-1 parziale. Il 6-1 porta firma di Luigi Tomassi, bravo a superare il portiere con un rasoterra dal limite dell’area dopo una ribattuta. A quattro minuti dal termine matura anche la seconda segnatura dell’Arpino, questa volta con una conclusione ad incrociare dalla destra da parte Fabio Proia, non trattenuta da Baldesarra. Al triplice fischio, gioia moderata per i ragazzi bianconeri, già proiettati verso il derby di sabato prossimo contro la fortissima Football Città di Sora. La settimana sarà lunga, ma le premesse sono quelle giuste.

VIRTUS SORA: Baldesarra; Marziale J; Vinci; Tomassi; Gemmiti (K); Perna; Hebeja, Caringi, Pagliaroli, Marcelli. All. Nuzzo.

ARPINO: Paglia; Rabotti; Scappaticci S; Forte; Proia; Scappaticci A.; Pellegrini; Coratti; Iafrate; Polselli; Rea.

MARCATORI: 9’ Hebeja, 20’,25’ Pagliaroli, 29’ Scappaticci S., 31’Marcelli, 40’Gemmiti, 47’ Tomassi, 56’ Proia.

AMMONITI: Vinci, Rabotti.


Ufficio Stampa Virtus Sora




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità