skin adv

Futsal Academy-La Pisana, Zoppi precisa: "Non accettiamo certe parole"

 04/03/2020 Letto 920 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Redazione
Società:    LA PISANA





Gianluca Zoppi, direttore sportivo de La Pisana, dopo aver letto alcuni articoli riguardanti la propria società, intende fare chiarezza sugli accadimenti della trasferta dell'ultimo turno sul campo della Futsal Academy.

ZOPPI - “Non era nostra intenzione, ma, essendo stati tirati in causa, ci troviamo nella condizione di dover fornire la nostra versione dei fatti. Come prima cosa, mi preme chiarire che il triplice fischio arbitrale è avvenuto al 30', quando la palla era in nostro possesso, dovendo usufruire di un calcio di punizione. I tre fischi sono giunti poiché il portiere avversario, a seguito del doppio giallo e quindi alla conseguente espulsione, si è tolto i guanti e si è recato sotto la porzione di tribuna occupata dai nostri tifosi per rispondere in maniera minacciosa a dei cori come tanti, che vengono fatti normalmente da qualsiasi tifoseria. Questo gesto ha comportato l'ingresso in campo di entrambe le panchine per riportare la calma: in questa situazione di caos, l’arbitro ha deciso di porre fine alla gara. Tengo a sottolineare che il tutto è nato per un gesto non di certo riconducibile a un nostro tesserato: essendo in vantaggio e avendo tutto da perdere, il nostro intento non era certo quello di far terminare la gara per fattori esterni alla partita. Il tabellino di gara parla di quattro espulsioni che riguardano tutte la squadra di casa, tra cui il proprio allenatore, allontanato per proteste: durante lo svolgimento della partita e anche al termine, ha avuto da battibeccare con la nostra panchina. È vero che il direttore di gara a fine primo tempo aveva chiesto l’intervento della forze dell’ordine per alcune scaramucce in tribuna, come è altrettanto vero che al termine dell’incontro si è trovato costretto a essere scortato da noi e dalle stesse forze dell’ordine per abbandonare il campo. Leggere un titolo “una partita che fa male allo sport” accostato alla nostra società non lo accettiamo: se La Pisana è in testa con 53 punti, 17 vittorie, miglior attacco e miglior difesa di tutti e quattro i gironi di C2, più un quarto di finale di Coppa Lazio da disputare, non è certo per i favori arbitrali. Noi siamo lì perché lavoriamo sodo, perché c’è un programma dietro con un progetto ambizioso, con gente che tutta la settimana lavora duramente per ottenere questi risultati. Di certo, non accettiamo queste parole accostate alla nostra società”.     


Marco Modugno





Pubblicità