skin adv

#FutsalMiManchi, Trucillo e quella trasferta glaciale: "A -3, sotto la neve..."

 08/04/2020 Letto 198 volte

Categoria:    Vari
Autore:    Redazione
Società:    VARIE





Palazzetti e tensostrutture, ma non solo: il calcio a 5, infatti, è uno sport praticabile ovunque. Nelle partite sui campi all’aperto, però, occorre fare i conti anche con l’incognita meteo, a volte l’avversario più duro da sconfiggere. Ne sa qualcosa Simone Trucillo, che, nella stagione 2014-15, con il Real Castel Fontana, si ritrovò a “sfidare” anche la neve.

TRASFERTA GLACIALE - “Noi dell’Under 21 andammo a disputare una gara a Sant’Angelo Romano - racconta Trucillo -, passando da una temperatura di 20° a -3°. Cominciammo a giocare sotto un freddo glaciale e, dopo soli cinque minuti, la partita venne sospesa perché ci ritrovammo nel bel mezzo di una nevicata. Il match riprese dopo una quarantina di minuti, con il campo completamente innevato. A complicare il ritorno il nevischio sul manto stradale: se non fosse stato per l’aiuto del nostro mister Maurizio D’Arpino con il suo Suv, non avremmo saputo come tornare a casa”. Nonostante le condizioni proibitive nelle quali incappò insieme ai suoi compagni di squadra, oggi Trucillo ripensa con piacere a quella trasferta: “Il ricordo che conservo di quell’esperienza è uno dei più belli legati al calcio a 5”. Che si tratti di neve, pioggia, vento, sole accecante o soltanto di una leggera brezza poca importa: ora come ora niente riuscirebbe a frenare la nostra voglia di futsal.


Redazione




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità