skin adv

Elisandro, Cuzzo, Venancio... chiunque! Serie A, un disperato bisogno di big

 02/06/2020 Letto 686 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    VARIE





Da qualche anno a questa parte (LEGGI QUIper esempio, solo una stagione fa) si assiste alla solita sinfonia con tante note stonate per la Serie A. L'ennesimo depauperamento di big che lasciano fin troppo spesso l'Italia è nuovamente, a ridosso della sessione estiva di futsalmercato, sotto gli occhi di tutti: Jesulito torna in Spagna per indossare la maglia del Cordoba, insieme ad Avellino (Cartagena), Dian Luka (promesso sposo del Zaragoza), Igor (Peñíscola) e David Sanchez (Xota). Jelovcic in Belgio con l'Halle Gooik. Volendo allargare il cerchio, Sanna in Francia con l'Orchies.

UN ALTRO S.O.S. è lanciato, dunque, per una Serie A sempre più meta di shopping selvaggio da parte di mezza Europa. Era capitato qualche anno fa con il dinamico trio Cavinato-Fortino-Merlim allo Sporting di Lisboa, ma anche con Rangel ammaliato dai "paperoni" del Kairat, addirittura nella scorsa estate il Barcelona è stato capace di armare una trattativa in 48 ore per togliere Mati Rosa al Pesaro e lasciarlo "cedido" al Palma, con buona grazia del nazionale argentino. Sta accadendo di nuovo: ce ne stanno portando via troppi. Così ci si aggrappa ai top team,  abbiamo un disperato bisogno di big. Benvenga il Sandro Abate alla Crema o il Real San Giuseppe che porta in Italia l'Imperatore Elisandro, magari l'Italservice Pesaro riuscisse a ridarci Cuzzolino strappandolo al Levante, speriamo che il Real Rieti - dopo il colpo a effetto Lukaian nella stagione fermata dal Covid-19 - chiuda la trattativa per il nazionale brasiliano Venancio, aspettando che diventi comunitario il prima possibile. Tanto meglio se qualsiasi club nostrano raccolga un altro grido di allarme: solo una Serie A con società ambiziose ma seria e con le idee chiare può tornare appetibile per i top player del futsal mondiale.

Pietro Santercole




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità