skin adv

Il Pesaro della triade argentina, Cuzzo: stavolta sì. "Italservice, mi farò perdonare"

 30/06/2020 Letto 247 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Pietro Santercole
Società:    PESARO





Anno nuovo, vita nuova. Un estate fa l'Italservice Pesaro voleva Cuzzolino prima del suo rifiuto per provare l'ebbrezza della Liga spagnola a Levante, aveva in mano Mati Rosa, prima del suo clamoroso dietrofront. Stavolta, Cuzzo dice sì e nessuno intralcia i piani del club di Lorenzo Pizza. Che si presenterà ai nastri di partenza della Serie A con la stessa squadra della stagione fermata dal Covid-19 (fatta eccezione per Gava e Carducci) e con la triade argentina Taborda-Borruto. E Cuzzolino, castigatore proprio dell'Italservice con la maglia dell'A&S nell'ultima finale di Coppa Italia. "Cercherò di rifarmi al contrario e farò di tutto per regalare delle gioie alla mia nuova società ed ai miei nuovi tifosi".

LE PRIME PAROLE del laterale mancino di Buenos Aires sono musica per le orecchie dei tifosi rossiniani. "Sono molto contento di aver chiuso questa trattativa, dopo alcuni tentativi non andati a buon fine in passato - ammette - il presidente Lorenzo Pizza, il direttore Marco Troilo e tutta l’Italservice mi hanno dimostrato in tanti modi la loro stima e ora starà a me ripagare questa meravigliosa società". Cuzzo ha scelto il 17 come numero di maglia. Probalmi di ambientamento? Neanche a parlarne. "Ritroverò molti amici del mio passato in Italia, ritroverò mister Colini e il suo gioco, tutto questo sicuramente mi aiuterà ad entrare subito nei meccanismi di squadra. Cercherò di portare ulteriore esperienza in una squadra che ne ha già tantissima. Sarà bello anche conoscere nuovi compagni che ho sfidato tante volte in campo. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura".

Pietro Santercole





Pubblicità