skin adv

#futsalmercato, Modena Cavezzo: Michele Soria alla guida dell'U15

 06/07/2020 Letto 129 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





L’ex tecnico dell’Alchemia sarà alla guida della compagine Under 15 del Modena Cavezzo Futsal. Una scelta, quella della società, basata sulle competenze e sul tatto che Michele Soria ha sempre dimostrato nel corso degli anni. Sensibilità e conoscenza del gioco sono alla base della figura che deve allenare e gestire dei ragazzi che spesso muovono i primi passi in questo sport. La scelta di Michele, secondo la società, è più che mai azzeccata.

Come ha reagito alla chiamata del Modena Cavezzo Futsal?
“Sono stato subito entusiasta e felicissimo di questa proposta, anche perché ciò significava che qualcuno aveva preso in considerazione il lavoro svolto da me in Alchemia negli anni precedenti. La mia è stata una scelta facile, in quanto per me è motivo di orgoglio far parte di questa società, visto anche i tanti rapporti costruiti in questi ultimi anni. Ho accettato l’Incarico con il pieno supporto di mia moglie e miei figli, che fanno il tifo per me e per tutti i miei progetti”.

Su cosa sarà fondamentale lavorare?
“Per quanto riguarda il mio lavoro sarà fondamentale e di forte responsabilità, visto che il mio compito sarà in primis di avvicinare i ragazzi alla disciplina, ma, soprattutto, farli entrare in un nuovo mondo dove loro possano sprigionare tutte le loro capacità. Ci vorrà del tempo, ma con il lavoro riusciremo a formare un gruppo coeso e preparato. Il mio obiettivo è mettere la crescita del ragazzo al centro del progetto e lasciargli un’esperienza da conservare”.

Si è posto degli obiettivi da perseguire?
“Come già detto il mio primo obiettivo è creare un gruppo di lavoro solido e coeso, in modo da riuscire a trasmettere valori umani e atteggiamenti positivi. Sul discorso della didattica cercherò di lavorare molto sul singolo, per poi pian piano inserire nozioni di tattica collettiva, ma attenersi a programmi didattici, in questo momento, è un po’ prematuro. Posso solo assicurare che i ragazzi lavoreranno molto su esercitazioni preparate ad hoc, per creare situazioni di gioco più reali possibili alla gara, in modo da lasciargli un bagaglio di esperienze vasto e con la palla sempre al centro della seduta”.

Cosa pensa della collaborazione con mister molto preparati e che sicuramente potranno essere fonte di esempio?
“Sicuramente per me è un modo nuovo di lavorare, perché purtroppo negli anni passati ho sempre lavorato da solo e per forza di cose sono stato il giudice di me stesso. Per me questa è una grande opportunità, perché ho di fianco tantissime persone competenti e con esperienze importanti alle spalle per condividere tanti aspetti del gioco e non solo. Già dalle prime riunioni tecniche sono emersi argomenti interessanti, ma soprattutto ho notato la disponibilità di tutti al confronto. Lavoriamo come un unico staff e penso che tutti ne potremmo trarre beneficio, ma soprattutto per trasmettere ai nostri ragazzi nozioni chiare e precise sul lavoro da svolgere in campo. Solo il tempo ci darà ragione”.


Ufficio Stampa Modena Cavezzo Futsal





Pubblicità