skin adv

Ciampino Anni Nuovi, obiettivi Reali: “Continuiamo il percorso dello scorso anno”

 01/08/2020 Letto 236 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Alessandro Pau
Società:    CIAMPINO ANNI NUOVI





Da qualche settimana Fabrizio Reali è stato riconfermato sulla panchina del Ciampino Anni Nuovi. L’ex Lazio guiderà il club aeroportuale per la seconda annata consecutiva. Concluso con largo anticipo il futsalmercato, mancano ancora due mesi e mezzo prima del ritorno in campo, il tecnico romano guarda con fiducia alla prossima stagione senza esporsi.

LA RICONFERMA - Arrivato lo scorso anno al PalaTarquini, Fabrizio Reali è riuscito a imporre il proprio carisma su tutta la squadra e non solo. La sua dedizione e applicazione ha permesso al Ciampino Anni Nuovi di portarsi fino al quarto posto della classifica del Girone B di Serie A2. Questo almeno fino allo stop a causa della pandemia legata al Covid-19 che ha bloccato i campionati. Ora, e non c’erano dubbi in merito, è stato riconfermato sulla panchina rossoblù: “A Ciampino mi son trovato benissimo - esordisce -, credo che sia una delle realtà più solide a livello regionale. Lo scorso anno ha compiuto il trentennale, ha una solidità impressionante: trovare una società così oggi è molto complicato. Non ho mai nascosto di voler proseguire la mia avventura qui. Per quanto riguarda la mia riconferma - sottolinea -, devo ringraziare lo staff tecnico. Quando sono arrivato il gruppo era lo stesso dell’annata precedente: non è mai facile inserirsi in un meccanismo che andava già da solo, anche perché col mio ingresso sono cambiate delle cose sul modo di lavorare. Devo ringraziare Paolo Lupi, Norman Forestieri e Daniele Caretti per quello che hanno dato alla squadra ma anche a me personalmente. Sono stati importanti soprattutto nella prima parte di stagione quando le cose non andavano bene: sono persone eccezionali”. Il rammarico per non aver potuto giocare le proprie carte ai playoff promozione c’è, ma nessuno potrà cancellare quanto di buono fatto vedere dai ragazzi di mister Reali. Proprio questo è stato determinante per ottenere la riconferma, con la dirigenza che ha voluto dargli fiducia in vista della prossima annata, e magari per raggiungere quell’obiettivo tanto ambizioso quanto vicino dall’essere raggiunto: “Nella scorsa stagione - prosegue -, non abbiamo avuto la possibilità di andarci a giocare i playoff, ma credo che sia comunque uno dei piazzamenti più alti raggiunti dal club negli ultimi anni in A2. Penso che stavamo facendo qualcosa di importante, poi le valutazioni ovviamente sono state fatte dai dirigenti. Parlo di Quagliarini e Bontempi che negli anni di squadre ne hanno viste tantissime. Loro hanno un’esperienza di campo infinita, ma così anche i presidenti Gugliara e Tomaino. Mi fa piacere che abbiano deciso di continuare insieme. Era sotto gli occhi di tutti che la squadra giocasse bene: volevamo giocarcela con tutti, sempre a viso aperto, e credo che a questo alla lunga abbia fatto la differenza”.

FUTSALMERCATO - Qualche elemento della bella cavalcata dello scorso anno ha lasciato il PalaTarquini, ma l’ossatura è rimasta più o meno intatta. “Innanzitutto vorrei ringraziare i ragazzi che hanno lasciato il Ciampino - afferma Fabrizio Reali -. Sono stati importanti per noi, sono stati a disposizione della squadra senza mai una parola fuori posto accettando ogni decisioni. Il rammarico più grande è quello di non aver potuto terminare la stagione. Ovviamente mi riferisco a Signori, Papù, Dener, Cantina, Beltrano e Paolini: vorrei che tutti si ricordassero quello che hanno fatto per noi nell’anno appena passato”. Sono invece quattro i giocatori che hanno fatto il percorso inverso, sposando il Ciampino Anni Nuovi per la prossima stagione: si tratta di Guilherme Zonta, Dario Lopez, Paolo Parisi e il ritorno di Alexandre Dall’Onder. “Il mercato lo abbiamo portato avanti insieme - spiega -. Di base era molto semplice, volevamo dare continuità a ciò che abbiamo fatto la scorsa stagione. Negli ultimi tre mesi avevamo perso solo una partita col San Giuseppe, trovando stabilità. Per l’80% la squadra è rimasta la stessa, e i nuovi ci daranno una grande mano per fare un salto di qualità. I nuovi arrivi sono tutti relativamente giovani: crediamo che questo li possa aiutare a non risentire del blocco di 7 mesi. Questa è una problematica che potrebbe presentarsi a inizio stagione - avverte Reali -. Ho lavorato a stretto contatto col ds Quagliarini, che poi ha fatto tutte le valutazioni del caso con la società. Sono molto soddisfatto del mercato che si è appena concluso. Un pronostico? Non amo fare proclami - conclude -. Lo scorso anno partivamo a fari spenti, e vorremmo fare la stessa cosa anche quest’anno”.


Alessandro Pau
 




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità