skin adv

La District si schiera con la Folgarella: "Gli sforzi non possono essere vanificati"

 19/10/2020 Letto 499 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    DISTRICT SEVEN





Interveniamo a nome della District Seven, per unirci al messaggio lanciato dal DG della Folgarella, Alessandro Adriani (LEGGI QUI), di cui condividiamo appieno il contenuto.

Il DPCM del 18 ottobre 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data odierna, individua quale elemento discretivo per la prosecuzione o per la sospensione dell’attività agonistica, il riconoscimento di un “interesse nazionale o regionale”, di fatto escludendo solamente le squadre di calcio a 5 che hanno presentato domanda d’iscrizione al campionato di Serie D, considerato invece di interesse “provinciale”. Credo e sono convinto che questa sfumatura sia solamente il frutto di una disattenzione, meritevole di interventi e chiarimenti da parte degli organi competenti, atteso che le società di Serie D di calcio a 5 sono sottoposte al medesimo Protocollo di quelle di categoria superiore.

Il contenimento del Covid-19 e la salute degli operatori sportivi deve certamente essere collocata al primo posto, ma il virus si contrasta con il rispetto delle misure previste nel Protocollo e con quelle di comune buon senso, non con la fredda distinzione tra la portata nazionale, regionale o provinciale della competizione alla quale si partecipa. La District Seven, fin dal primo giorno, si è prodigata nel garantire il pieno rispetto di tutte le regole, finanche tramite l’effettuazione dei test sierologici. Gli sforzi profusi non possono essere vanificati e azzerati per una distinzione formale. Il tempo stringe e uno slittamento potrebbe comportare l’impossibilità, per ragioni temporali, di iniziare e portare a termine il campionato.

Ci auspichiamo un fronte comune da parte di tutte le altre società di calcio a 5 partecipanti al campionato di Serie D, alle quali chiediamo di contattarci al fine di veicolare il messaggio e ottenere un celere intervento delle autorità.


Firmato Flavio Carosi, Lorenzo Margaglio e Daniele Battistacci
Ufficio Stampa District Seven





Pubblicità