skin adv

Palmarola, l'ambiente giusto per crescere. Barillaro: "Mi sento parte di qualcosa"

 13/11/2020 Letto 203 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Redazione
Società:    PALMAROLA CLUB





“La pandemia ha influito parecchio sul lavoro di squadra: essendo noi una società appena creata, abbiamo bisogno di tempo e di lavoro per caricarci al meglio”. Con queste parole Gabriele Barillaro, promettente giovane del Palmarola, analizza l’attuale momento.

PIÙ DI UNA SQUADRA – “Ho sempre giocato a calcio a 5, ho militato nel Cairate e nel Blue Green, per poi buttarmi a capofitto nella realtà del Palmarola. Qui vengo incitato continuamente dai miei compagni di squadra, che, essendo dei veterani del mestiere, mi aiutano sempre a migliorarmi”, afferma Barillaro, che in seguito sottolinea il bel rapporto che si sta instaurando in tutto l’ambiente. “Conoscevo già il mister, fin da subito mi ha voluto nella squadra, facendomi sentire parte di qualcosa. Al Palmarola ho ritrovato anche il mio amico fraterno Salomone, con cui praticamente sono cresciuto”.

OBIETTIVI – Giovane, ma ambizioso. Con tanta voglia di vincere, di festeggiare insieme ai compagni. Le soddisfazioni individuali, infatti, al momento non sono una priorità: “Non ho frenesia di vincere premi individuali, anzi non mi interessa - conclude Barillaro -. Lavoro ogni giorno per vincere e ottenere risultati con la squadra. Non vedo l’ora di tornare in campo”.


Edoardo Morandini





Pubblicità