skin adv

Valentia, il messaggio di Fiorani: "Continuiamo a credere nello sport"

 21/11/2020 Letto 160 volte

Categoria:    Serie C1
Autore:    Alessandro Cappellacci
Società:    VALENTIA





Riparte l’attività in casa Valentia, seppur in forma individuale. I ragazzi giallorossi, dalla Scuola Calcio alla prima squadra, sono tornati a sudare e a faticare sul 40x20, per prepararsi al meglio alla ripresa della stagione. “Il nostro circolo, grazie ai suoi quattro campi, ci permette di organizzare bene il tutto - premette il direttore sportivo Manuel Fiorani -. La partita manca, certamente, ma in questo momento dobbiamo essere dei bravi psicologi e tenere alto il morale nell’ambiente”.

LA SITUAZIONE - Il programma di allenamento, realizzato ad hoc al fine di rispettare il protocollo anti-Covid, è stato reso possibile grazie alle competenze dell’organico del Valentia. “Abbiamo la fortuna di avere a disposizione uno staff perfettamente all’altezza dell’incarico - sottolinea il dirigente -. Speriamo che la situazione si sblocchi il prima possibile, anche se credo se ne riparlerà a gennaio”. Lo stallo generato dalla sospensione ha condizionato l’attività del Valentia anche al di fuori del campo. “Sto cercando di fare il mercato di dicembre, ma, purtroppo, è tuto in stand-by - spiega -. È un momento complicato, perché, in questo momento di totale incertezza, non è possibile offrire qualcosa di concreto”. Un quadro preoccupante, che, tuttavia, il club sta cercando di rendere meno grigio. “Si è creato un clima di terrore, specialmente nelle famiglie dei ragazzi tra i 4 e i 14 anni - afferma -. Per questo motivo, stiamo impostando gli allenamenti il più possibile sul divertimento”.

IL BILANCIO - Lo stop forzato ha, di fatto, congelato il processo di crescita delle compagini Under. “L’U17 e l’U19 partecipano a campionati Élite difficilissimi - evidenzia -, ma, visti i progressi ottenuti nel pre-season, direi che le premesse sono buone: sono convinto che entrambe le compagini ci daranno parecchie soddisfazioni”. Il diesse, inoltre, fa un bilancio anche sulla prima squadra: “Veniamo da tre sconfitte e un pareggio, tra C1 e Coppa - prosegue -. La sosta ci ha senz’altro penalizzati, perché stavamo imboccando la strada giusta per risollevarci”. Fiorani, infine, conclude con due messaggi speciali: “Quello che mi sento di dire a tutti i ragazzi, è di non mollare e continuare a credere nello sport - chiosa -. A Pietro Colantuoni, invece, voglio mandare un ultimo abbraccio: ha sempre speso delle bellissime parole nei miei confronti e nel presidente Roberto Ronchi, quindi rimarrà per sempre nei nostri cuori”. Per il Valentia, dunque, un bel motivo in più per andare avanti con fiducia e speranza. Più che mai.


Alessandro Cappellacci




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità