skin adv

Cures, Benedetti e la sfida U19: “Progetto a lungo termine, faremo bene”

 17/12/2020 Letto 311 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Francesco Carolis
Società:    CURES





I numerosi ostacoli imposti al futsal regionale dalla pandemia di Covid-19 hanno messo in difficoltà qualunque realtà, colpendo duramente, in particolare, le categorie giovanili, molte delle quali sono ancora in attesa di iniziare i rispettivi campionati. Il Cures in estate ha costruito una formazione Under 19: l’ambizioso progetto, come spiega il dirigente Luciano Benedetti, si è scontrato con le problematiche del momento, ma la speranza di concretizzare al più presto sul campo gli sforzi compiuti è più viva che mai.

STOP FORZATO - Da metà gennaio, salvo imprevisti, ripartiranno gli allenamenti collettivi, a febbraio ci sarà l’agognato start del campionato: “Vedo quello che succede ogni giorno in Italia e non ho grande fiducia in un avvio così imminente delle attività sportive - premette Benedetti -, ma spero di sbagliarmi e auspico che si possa davvero riprendere”. Il dirigente non lesina una punta di amarezza per le decisioni assunte: “Stiamo vivendo uno stop forzato del mondo dilettantistico, che è diventato all’improvviso, secondo alcuni benpensanti, la causa della seconda ondata epidemica. Il mio pensiero va ai ragazzi dei settori giovanili, che si sono visti privare dello sport in generale”.
 
PASSIONE E SACRIFICIO -
Come ogni società attenta al proprio futuro, il Cures ha posto le basi per il settore giovanile con la creazione dell’U19: “È stata una sfida di Mattia Ponzani, insieme abbiamo cercato e trovato un numero adeguato di giocatori per iniziare questa avventura. Sappiamo che sarà un campionato difficile, perché il 90% dei ragazzi viene dal calcio a 11, ma sono sicuro che, con l'entusiasmo della società, le competenze di Cimini e l’aiuto del tecnico della prima squadra, potremo fare un bel campionato, Covid permettendo”. Lo sguardo del club è rivolto più in là delle attuali difficoltà: “Qui mi trovo molto bene - sottolinea Benedetti -, la passione per il futsal del presidente e del d.s. D'Attilio mi hanno davvero colpito. Il nostro è un progetto a lungo termine, vogliamo creare una scuola calcio a 5 e un ampio vivaio: stiamo lavorando per avere l’anno prossimo anche Under 17 e Under 15. Sono certo che, con passione e sacrificio, alla fine raggiungeremo il nostro obiettivo di avere una società in grado di ambire e competere nelle categorie nazionali”.

 

Francesco Carolis





Pubblicità