skin adv

Serie A2, la L84 torna in testa. Olimpus, Manfredonia e Napoli ok

 23/01/2021 Letto 263 volte

Categoria:    Serie A2
Autore:    Divisione Calcio a 5
Società:    VARIE





Come settimana scorsa cambia la vetta di un solo girone di Serie A2, il primo, quello tradizionalmente più equilibrato. Tutto invariato, invece, negli altri tre raggruppamenti. Con Olimpus Roma, Manfredonia ed FF Napoli (ok nell'anticipo) che consolidano i rispettivi primati.

IMMEDIATO CONTROSORPASSO da parte della L84. Un riscatto con gli interessi da parte dei neroverdi di Rodrigo De Lima, che doppiano l'Aosta e superano in classifica anche i Saints Pagnano, sorpresi in casa dalla Fenice. Negli altri incontri del girone A, un grande Migliano Minazzoli lancia Milano nel blitz di Massa, super Arzignano a Mestre. Nel girone B l'Olimpus Roma spazza via le insidie di un derby con una Roma C5 in forma: Lolo Suazo devastante, finisce 5-2. Il distacco con il Ciampino rimane comunque invariato, perché l'amarcord con la Lazio è favorevole a Reali: tris di Pina nell'8-5 del PalaTarquini; turno da tre punti anche per 360GG (di misura nel derby col Sestu, l'unica a imporsi in trasferta), Leonardo, Active e Italpol.

CONFERME nel girone C: il Manfredonia supera l'esame Vis Gubbio passando al Polivalente: doppietta di Sampaio nel 6-3 inflitto agli eugubini. Sipontini momentaneamente a +5 sul Cus Molise, che però ha tre gare in meno rispetto alla capolista. Ben due i pari di giornata, per niente scontati: pirotecnico quello della Tombesi con l'Atletico Cassano, sorprendente quello del Cobà coi Buldog. Tre gol e tre punti di platino per il Pistoia a Capurso. Nel girone D il Polistena risponde al rotondo successo del Napoli nell'anticipo con il Cus Cosenza: super Maluko match winner contro il Bovalino. Emozioni contrastanti per le siciliane Melilli e Regalbuto: i neroverdi capitolano a Viggiano sotto i colpi di Silon e soci, e vengono agganciati in classifica proprio dai ragazzi di Paniccia, ok con il Cataforio. Taranto di ripresa a Messina, Bernalda dominante nel posticipo di Piazza Armerina.

Ufficio stampa 





Pubblicità