skin adv

La televisione sta invecchiando? Le piattaforme digitali stanno rivoluzionando tutto

 23/02/2021 Letto 77 volte

Categoria:    Vari
Autore:    Redazione
Società:    VARIE





La televisione, comparsa per le prime volte nelle case all’inizio degli anni 30, è stata per un lungo periodo di tempo considerata un bene di lusso, che solo pochissime persone erano in grado di permettersi.

Con il passare degli anni, questa si è sempre più evoluta, passando dal bianco e nero al colore, dall’analogico al digitale e, inoltre fu decisamente più accessibile a molte più persone. In italia, la prima trasmissione televisiva andò in onda nel lontano 1954, precisamente il 3 Gennaio sull’unica rete allora disponibile: Rai 1.

Da allora i cittadini facevano di tutto pur di accaparrarsi un modello di tv, e così, dall’essere considerata un bene di lusso, pian piano, passò all’essere un bene “primario” che tutti avevano e che tutti ne potevano disporre.

Unire le famiglie e divertire, erano queste le cose che permetteva la televisione, oltre che essere un mezzo d’informazione. Si stava seduti attorno alla “scatola” la sera, il giorni di festa in compagnia, e accompagnava i bambini prima di andare a dormire.

Attualmente la televisione non svolge più il solo ruolo di trasmettere i programmi in diretta, ma intrattiene le famiglie sul divano con tantissimi altri servizi, resi disponibili soprattutto con l’avvento delle smart tv e quindi di Internet.

Già, Internet ha cambiato radicalmente il mondo dell’informazione, dell’intrattenimento e molto altro ancora, tant’è che ad oggi molte persone piuttosto che aspettare che vada in onda il notiziario cercano le notizie sul proprio telefono, o guardano quando hanno tempo il Tg in differita sulle piattaforme di streaming. La stessa emittente Rai, vedendosi minata da queste tecnologie, ha creato il portale di servizi online per approdare in questo nuovo mondo.

Il discorso è poi analogo per i film e l’intrattenimento. Al giorno d’oggi poche sono le famiglie che restano incollate alla tv come una volta per aspettare che vada in onda il loro film o programma preferito, preferiscono piuttosto rivolgersi alle piattaforme di servizi streaming come Netflix o Prime video per cercare e guardare con un click la serie o il film che si vuole.

Insomma, smart tv, smartphone, computer e tablet hanno rivoluzionato il mondo multimediale e reso ancor più facile poter intrattenersi e avere praticamente sempre a portata di mano, e non solo a casa, una “tv intelligente”.

Di certo un bel progresso e una grande comodità, che però vede come vittima la cara e vecchia televisione, la quale si vede sempre con meno frequenza; non solo dai giovani, ma anche dai più adulti.

È il caso di pensare che l’industria televisiva scomparirà? O si sposterà anch’essa sulle nuove piattaforme digitali? Questo è difficile da prevedere anche se in molti sono pronti a scommettere di sì. Per adesso però, il telecomando accompagnato dal tradizionale zapping sono ancora presenti nelle nostre case e sicuramente lo saranno ancora per anni.





Pubblicità