skin adv

Pesaro e Acqua&Sapone: qualcosa è cambiato. Tutto e il suo esatto contrario

 28/02/2021 Letto 422 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    VARIE





Si sono scambiate posizioni, stati d’animo e ritmo. Da uno girone all’altro. Acqua&Sapone tambureggiante, entusiasmante e dominante a inizio regular season, Italservice Pesaro claudicante (un punto nelle prime due partite), discontinuo, a 5’ dal termine del girone d’andata fuori da quei due posti che davano l’accesso diretto alla Final Eight. E’ successo di tutto finora fra le due ultime finaliste scudetto, ancora super protagoniste dell’era post lockdown. Tutto e il suo esatto contrario.

COLINI ha cominciato a chiudere in faccia quella porta che si è spalancata all’A&S. Pesaro bunker, nerazzurri dalla difesa colabrodo. L’Italservice ha cominciato il girone di ritorno con le rivincite sportive: battendo il Saviatesta Mantova che l’aveva sorpreso all’Opening Day di Salsomaggiore, superando la Feldi che gli aveva imposto il pari in pochi secondi a Eboli, vendicandosi pure per la sconfitta sull’isola col Meta Catania, con tanto di clean sheet. Nove successi di fila. I meriti di un Italservice straripante finiscono con i demeriti di una Acqua&Sapone che non ha perso la verve realizzativa nonostante l’infortunio di Lukaian, ma incassa troppi gol (è senza Mammarella) e non riesce a gestire i vantaggi, come accaduto a Campo Ligure col fanalino di coda CDM. Situazione ribaltata, dunque: Pesaro prima, A&S seconda. La corsa allo scudetto è ancora lunga, all’orizzonte una Final Eight da urlo, la sfida fra i dei colossi del futsal italiano, prosegue.

Ufficio stampa

 




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità