skin adv

Pescara, Petrov riabbraccia Despa: "A Mantova siamo andati benissimo"

 05/07/2022 Letto 245 volte

Categoria:    Serie A
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    PESCARA





Il mercato del Futsal Pescara 1997 non si ferma. Dopo le conferme ufficiali, e gli arrivi di Rossetti, Montefalcone e Fatiguso, ecco un top player per la prossima stagione: è Strahinja Petrov, 28 anni (classe 1993), laterale offensivo serbo, proveniente dal Real San Giuseppe e, in precedenza, dal Mantova. Proprio in Lombardia aveva lavorato con il coach Despotovic, che ritroverà in Abruzzo nella prossima stagione. Pilastro della Nazionale serba, Petrov è un giocatore che fa della rapidità abbinata alla tecnica – e al fiuto del gol – il suo punto di forza.

LE DICHIARAZIONI “Sono felice di avere l'opportunità di lavorare di nuovo con il mister Despotovic – ha detto Petrov – . Abbiamo avuto un’ottima collaborazione a Mantova e non c'è motivo per cui non dovrebbe essere lo stesso a Pescara”.
Sulla sua nuova destinazione, il serbo non ha dubbi: “Sono onorato di giocare in un club come il Pescara. Un club con una storia incredibile, organizzato, con ottimi giocatori. Quando ho parlato con altri giocatori che hanno giocato a Pescara, tutti hanno detto cose belle sulla società, sull’ambiente e sul club”. Anche Petrov è una certezza per il nuovo Pescara e per il coach croato: nonostante il numero di stranieri sia stato ridotto drasticamente, in riva all’Adriatico c’è stata subito massima condivisione sul suo nome: “So che il numero degli stranieri è diminuito e che ci saranno più giocatori italiani: vedremo come questo influirà sulla qualità del campionato.  Userò l'estate per prepararmi al meglio e per essere all'altezza delle aspettative. Perché so che gli obiettivi del club sono molto alti. La mia qualità? Il dribbling, l’uno contro uno, la velocità e il gol, ovviamente”. In Italia, in due stagioni, sono stati finora 22 tra Mantova e Real.

Ufficio stampa




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità