skin adv

Genzano tra psicologia e nutrizione: l'impegno dei dottori Proia e Caperna

 11/05/2019 Letto 204 volte

Categoria:    Giovanili
Autore:    Redazione
Società:    GENZANO





Nella grande famiglia del Genzano, un posto importante è affidato a quel tipo di esperti sui quali, di solito, possono contare le grandi squadre: il club castellano, nel perseguire una crescita costante in ogni aspetto della pratica sportiva, si avvale delle professionalità della dottoressa Marialetizia Proia e del dottor Michele Caperna.



PROIA – Marialetizia Proia è la psicologa del Genzano, colei che si occupa dell’analisi comportamentale e dei processi della mente. Il suo lavoro si concentra principalmente sui più grandi: “Offro il mio supporto soprattutto alle persone di maggiore età, in maniera particolare allo staff, ritengo che la mia funzione sia più efficace con gli adulti. In ogni caso, se si presenta un problema con i bambini, cerco subito di aiutarli, magari parlando con i genitori”. La dottoressa basa la sua attività sul creare gruppi di lavoro, in cui vengono svolti allenamenti guidati, dopo essersi confrontata anche con i mister: “Cerco di fare una gestione di gruppo, reputandola più idonea, ma, quando c’è necessità, sono disponibile anche per parlare privatamente con i singoli, al fine di aiutarli se hanno delle difficoltà. Vedere come il mio apporto possa essere risolutivo è un segno di crescita che porta a una soddisfazione personale”.



CAPERNA – Michele Caperna è il dottore che si occupa del settore giovanile. Il suo compito principale è quello di fornire schemi sulla nutrizione per migliorare le prestazioni sportive e, in maniera particolare, quelle fisiche e relazionali. Durante l’anno, Caperna ha organizzato anche incontri con i genitori per discutere dell’alimentazione: “Suggerisco cosa sia più opportuno mangiare sia prima che dopo gli allenamenti. Cerco di intervenire sull’organizzazione dei ragazzi riguardo al bere durante l’attività fisica: ad esempio, suggerisco loro di dissetarsi solo dopo i primi trenta minuti di allenamento". Il dottor Caperna sottolinea l'organizzazione del Genzano, che reputa un gruppo familiare, molto unito: “Abbiamo tra tutti noi un’ottima intesa, che è la cosa più importante”.





Federico Pucci





Pubblicità