skin adv

Tevere Roma, rassegnazione Pagliacci: “Temo che il campionato sia già finito”

 25/03/2020 Letto 164 volte

Categoria:    Serie D
Autore:    Redazione
Società:    TEVERE ROMA





Presente, ma anche al futuro in casa Tevere Roma. Durante questa pausa forzata, la società giallorossa continua a far lavorare da casa i suoi tesserati, ma si pensa anche a se e quando si potrà finalmente tornare in campo.

IL PRESENTE - A parlare è il team manager Stefano Pagliacci, che ha voluto fare il punto della situazione. “Questa situazione è molto delicata e difficile per tutti, e mi auguro che possa risolversi al meglio il prima possibile. Per quanto riguarda l’aspetto meramente sportivo, stiamo cercando, ovviamente nei limiti consentiti anche dai decreti emanati nelle scorse settimane, di far mantenere i ragazzi attivi. Il mister Gianni Beccafico ha inviato loro una serie di programmi e di esercizi da svolgere nell’arco della giornata, anche se capisco che non sia proprio semplice per tutti. Stiamo cercando di lavorare in vista di una ripresa del campionato, anche se temo che per quest’anno le nostre vicende sportive siano già finite qui”.

IL FUTURO - “Personalmente sono molto curioso di capire come procederanno la LND e il nostro Comitato Regionale, e ovviamente ci atterremo a ogni decisione che verrà presa senza polemiche - ha continuato Pagliacci -. Nella mia visione personale, però, credo che il campionato andrà a terminare qui, perché secondo me, per tornare a giocare ci vorrà ancora molto tempo, e, dato che mancano molte giornate alla fine, c’è il rischio di non avere a disposizione i tempi tecnici corretti per chiudere tutto in maniera regolare. Sono molto curioso anche di capire come si procederà eventualmente per il discorso promozioni, ma io penso che la soluzione migliore sia fermare tutto e ricominciare direttamente dall’anno prossimo. Potrebbe essere una scelta dolorosa per chi è in lotta per la promozione, ma magari se il CR Lazio agevolerà le squadre, magari facendole risparmiare sui costi, potrebbe essere una buona soluzione. Vedremo cosa succederà”.


Giuseppe Nebbiai





Pubblicità