skin adv

Il Pomezia espugna Ardea. Frezza: "Dobbiamo ancora migliorare"

 04/12/2019 Letto 428 volte

Categoria:    Serie C2
Autore:    Ufficio Stampa
Società:    POMEZIA CALCIO





Dopo la prima parte di campionato, e l’apertura del calcio mercato, il DS Frezza, che si occupa del calcio a 5 del Pomezia Calcio 1957, fa il punto della situazione.

Tredici punti a questo punto del campionato, si aspettava qualcosa in più dai suoi?
Più che aspettarmi, direi che avremmo dovuto raccogliere dei punti persi per nostre fesserie e ingenuità, abbiamo Letteralmente regalato almeno 2 partite vinte per nostri grossolani errori.

Da qui la scelta della separazione con Campioni?
No, assolutamente. Noi quest’ anno siamo partiti tardi con l’allestimento della rosa, in quanto dovevamo aspettare ripescaggio e poi ufficializzare la fusione. Ci siamo basati molto sul gruppo dello scorso anno che faceva la D, e presentava molti ragazzi con impegni di lavoro che non permettevano loro di allenarsi con continuità. Inoltre siamo stati penalizzati dalla tegola degli under. Pomezia ha molte squadre di calcio a 5 e i giocatori, specie giovani, sono pochi e logicamente attratti dalle altre società che militano categorie superiori. Quindi una rosa non all’altezza ha condizionato notevolmente l’andamento della stagione, e si sa, quando si perde poi il morale cala e per raddirizzare l’ambiente serve il cambiamento. E spesso paga chi non lo merita.

Ora con il mercato vi siete rinforzati.
Direi proprio di sì. Sono riuscito a puntellare la rosa andando a fare acquisti mirati per qualità e ruolo. Obbligatorio è stato individuare appunto gli under che rappresentano una priorità per il campionato. Dalla Mirafin al momento sono arrivati Martinelli e Morale, due giovani di indiscusso valore, mentre dallo United Pomezia l’altro under Villani. Per quanto riguarda gli under comunque siamo ancora in trattativa per un altro paio di ragazzi. Oltre la linea verde, abbiamo siglato l’accordo anche con Lippolis, l’acquisto che ha fatto più rumor degli altri per le qualità ormai note a tutti del ragazzo. Andrea aveva ricevuto importanti offerte, ma grazie alla società che abbiamo alle spalle, siamo riusciti ad aggiudicarcelo senza particolari patemi d’animo.

Ora che tipo di campionato ti aspetti?
Ho detto ai ragazzi di continuare a divertirsi e a comportarsi come stanno facendo fin ora. Con rispetto e correttezza verso avversari, arbitri e tifosi. Rappresentiamo il Pomezia e non possiamo permetterci di infangare una società importante. Raccomando loro di divertirsi, perché con le qualità e capacità che hanno, se si divertono, ci faranno divertire anche a noi.

Il 3 dicembre c’è stato il derby, vittoria di misura. Sei soddisfatto?
Quando si vince si è sempre soddisfatti. La partita ha evidenziato che siamo una bella squadra ma che abbiamo tanto da lavorare. Il primo tempo poteva finire tanto a 0, e invece è finito 1-3. Alla fine il 3-4 finale ci premia, ma potevamo chiuderla anzitempo e non l ‘abbiamo fatto. Su questo tocca migliorare. Comunque consideriamo che noi ci alleniamo sul palazzetto e i campi esterni li soffriamo oltremodo, dei nostri ultimamente solo Lippolis si era allenato all’ esterno. Comunque sono fiducioso.

Sabato in casa contro il Cori Montilepini. Cosa ti aspetti?
Di certo una buona prestazione e spero in altri 3 punti. Non dobbiamo guardare classifica, ma pensare a fare il nostro gioco.

Buonasera e in bocca al lupo per campionato.
Crepi.


Ufficio Stampa Pomezia Calcio 1957




COPIA SNIPPET DI CODICE

Pubblicità